IL LUNGOMARE DI BAGNOLI, UNA GRANDE RISORSA PUBBLICA!

Il lungomare di Bagnoli, una grande risorsa pubblica: venerdì 10 maggio e sabato 11 maggio al Politecnico di Ingegneria, Piazzale Tecchio (Napoli)

Il lungomare di Bagnoli, una grande risorsa pubblica: venerdì 10 maggio e sabato 11 maggio al Politecnico di Ingegneria, Piazzale Tecchio (Napoli)

Il 10 e l’11 maggio il comitato Unaspiaggiapertutti organizza una due giorni di convegno pubblico sul futuro del lungomare di Bagnoli per fare il punto sui problemi e le opportunità che il recupero della grande spiaggia di Bagnoli offre alla città di Napoli. È prevista la partecipazione di tecnici, amministratori, operatori economici e sociali. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Napoli, coinvolto proprio per sollecitare le istituzioni locali a prendere atto ed assumere operativamente gli esiti dell’iniziativa. Sarà inoltre illustrata l’esperienza di Barcellona: il direttore del Programma di Gestione Integrata del Litorale dell’Ajuntament de Barcelona mostrerà come la città catalana gestisce un arenile pubblico ad accesso gratuito di oltre sette chilometri, che richiama oltre tre milioni e mezzo di persone ogni anno, costituendo un valido fattore per lo sviluppo economico e civile. Anche i problemi del risanamento ambientale saranno oggetto di un approfondimento specifico, con il contributo di esperti in bonifiche, biologi marini, ingegneri.

Ma di fondamentale importanza, nell’ambito del convegno, sarà soprattutto L’ASSEMBLEA PUBBLICA DI SABATO MATTINA (ALLE ORE 10,30), occasione che darà la possibilità alla cittadinanza tutta di esprimere le proprie idee in merito al recupero e alla promozione dell’area e, dunque, momento ideale per porre ancor più l’accento sulle istanze portate avanti dal neo-costituitosi comitato BonifichiamoBagnoli e dal laboratorio sociale Bancarotta. Difatti, l’operato della Magistratura, col sequestro delle aree ex Italsider ed ex Eternit e con le indagini a carico degli ex dirigenti della società BagnoliFutura, dà forza e ragione a chi devastazione ambientale, truffe e mancata bonifica le denunciava da anni: un motivo in più, insomma, per cominciare a ragionare sull’indispensabile coordinamento delle forze sane presenti sul territorio per dar vita ad una campagna di mobilitazione che rivendichi
• un osservatorio sulla bonifica, • la costituzione in parte civile nel processo in corso, • la requisizione di beni mobili e immobili e dei capitali facenti capo a chi per 20 anni ha gestito BagnoliFutura e i lavori della fantomatica bonifica perché “chi ha inquinato deve pagare”, • l’immediata chiusura di BagnoliFutura e l’istituzione di un tavolo permanente sulle tematiche di lavoro, casa, ambiente, servizi, beni e spazi sociali.
Del resto, dal giorno dell’applicazione dei sigilli penali, la stessa comunità di Bancarotta è in mobilitazione permanente: l’occupazione della X Municipalità, l’interlocuzione col Sindaco, le iniziative che si sono susseguite nel corso della “Settimana della Rabbia”, il sequestro popolare di BagnoliFutura, il presidio al Consiglio comunale straordinario su Bagnoli, le assemblee popolari del 21 aprile e del 5 maggio, la giornata del 19 aprile per la rivendicazione congiunta di studenti, precari e immigrati del reddito incondizionato, il corteo e la contestazione al concerto del Primo Maggio a Città della Scienza, il presidio del 7 maggio davanti alla Prefettura e al Conservatorio di San Pietro a Majella per contestare il neo-Ministro dell’Istruzione e per esprimere solidarietà agli universitari milanesi dell’ex biblioteca occupata “Ex Cuem” sono tutti esempi lampanti di una volontà che, sebbene osteggiata, si è dimostrata e continuerà ad essere inarrestabile nel perseguimento dei propri obiettivi. Volontà inarrestabile anche nel dare continuità alle attività che si svolgevano all’interno dello spazio in via Coroglio e che, portate per le strade, hanno restituito anima e utilità reale ai luoghi pubblici del quartiere di Bagnoli, “invasi” da musica, corsi, laboratori ed esibizioni. Pertanto, è oltremodo il caso che l’amministrazione comunale non solo riconosca la legittimità della comunità di Bancarotta, ma anche che risponda concretamente al suo invito a trovare congiuntamente soluzioni alternative.
Saremo perciò presenti al convegno, per esporre le nostre ragioni e raccogliere firme a sostegno tanto della nostra causa quanto di quella del comitato BonifichiamoBagnoli, che sposiamo pienamente.
Chiarezza e giustizia sono possibili solo attraverso la partecipazione popolare: non mancate!!!

[Vedi anche l’evento fb]

Firma la petizione online per la ripresa delle attività di Bancarotta!

PROGRAMMA DEFINITIVO DEL CONVEGNO

1° giornata_Venerdì 10 maggio

Mattina

Accoglienza ed apertura mostre (dalle ore 9:30)

PRIMO MODULO (ore 10:00-10:30)

Intervento di saluto del Sindaco, Luigi De Magistris
Intervento introduttivo del comitato “Una spiaggia per tutti”

SECONDO MODULO (ore 10:30-12:00)
Realizzazione e gestione di una grande spiaggia pubblica

Francesc Soler, direttore del Programma di Gestione Integrata del Litorale dell’ Ajuntament de Barcelona “Recupero e gestione delle spiagge di Barcellona”
Luigi De Falco, assessore all’Urbanistica del Comune di Napoli,

TERZO MODULO (ore 12:00-13.30)

L’impatto economico e sociale di una grande spiaggia pubblica

Tavola rotonda con operatori economici e sociali

Coordinano:

comitato “Una spiaggia per tutti”
Antonella Di Nocera, assessore al Turismo ed alla Cultura del Comune di NapolI

Partecipano:
Salvatore Naldi, presidente della Federalbergatori Napoli
Vincenzo Schiano, presidente della Confesercenti Napoli
Lele Nitti, promoter, organizzatore di eventi
Antonio D’Andrea, dirigente della cooperativa sociale Assistenza e Territorio
Alessandro Migliaccio, docente di Storia all’ IPSEOA “Rossini” di Bagnoli

Pausa pranzo (ore 13:30-15.30)

Pomeriggio

QUARTO MODULO (ore 15:30-18:30)

Il risanamento ambientale dell’area; problemi e possibilità d’intervento

Stefano Leoni, docente di Diritto Ambientale all’Universita’ Piemonte Orientale: Alcune proposte operative per la bonifica del litorale di Bagnoli

Flegrea Renata Bentivegna, biologa marina, già curatore dell’Acquario e del Museo scientifico alla Stazione Zoologica “A. Dohrn”: Ambienti marini della fascia costiera di Bagnoli

Edoardo Benassai, ingegnere idraulico, già docente di Costruzioni Marittime all’Università di Napoli “Federico II”: Il recupero della morfologia naturale della costa

Un ricercatore del CNR

Massimo Fagnano, docente al Dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli “Federico II”: Progetto LIFE Ecoremed: una nuova strategia per la bonifica eco-compatibile dei suoli agricoli contaminati. L’utilizzo dei Fondi Europei per la riqualificazione ambientale

Un funzionario del Ministero dell’Ambiente

Tommaso Sodano, vicesindaco ed assessore all’ambiente del Comune di Napoli

QUINTO MODULO (18:30-19:00)

Conclusioni

Sera

(ore 19:00-22:00) SUNSET PARTY: Aperitivo/dj set

_____________________________________________________

2° giornata_Sabato 11 maggio

Mattina
(ore 10:30-13:30): ASSEMBLEA PUBBLICA

Cittadini, associazioni, movimenti. Costruiamo insieme un attore sociale per promuovere il recupero dell’area

Pomeriggio
(ore 16:30-18:30) Passeggiata sulla linea di costa da Bagnoli a Nisida

Appuntamento alla Rotonda comunale di Bagnoli (Piazza a Mare)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in #NoSgomberi, Autoformazione, Bagnoli, Bancarotta, Eventi, Manifestazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...