Archivi tag: Quarto Mondo

Lettera al Sindaco di Napoli Luigi De Magistris

Al Sindaco di Napoli,

Luigi de Magistris

A seguito delle pressioni fattegli, il Presidente della X Municipalità , Giorgio De Francesco, si è infine espresso con un comunicato stampa e con la richiesta di un consiglio straordinario che abbia all’ordine del giorno le questioni della bonifica, della spiaggia pubblica e del parco verde, consiglio di cui noi esigiamo una calendarizzazione quanto più immediata da parte del Sindaco.

L’inchiesta della Magistratura non ha portato a galla niente di nuovo, non ha fatto altro che attestare ulteriormente l’inadempienza alle richieste per le quali sul territorio si preme ormai da decenni: del resto, il disastro ambientale e le speculazioni che hanno violentato quest’area sono proprio le istanze che hanno fatto sorgere realtà autogestite (come, nello specifico, quella di Bancarotta), alle cui attività va assolutamente garantita prosecuzione.

Pertanto, è nostra intenzione indire un’assemblea popolare sabato pomeriggio, in cui tutti i cittadini possano esprimersi in merito alla mancata bonifica, alla sparizione di centinaia di milioni che in essa erano stati investiti, alla presenza di sostanze tossiche nell’area di Bagnoli e allo sviluppo dell’area occidentale in generale.

Infine, ci pare opportuno chiedere l’istituzione di un presidio medico al San Paolo per verificare l’incidenza tumorale sul quartiere.

Per quanto riguarda il caso particolare e surreale che investe al momento la realtà di Bancarotta, abbiamo da avanzare altre richieste:

  • per avere una prospettiva chiara sull’iter storico dell’area di Bancarotta e delle zone limitrofe, occorre una documentazione che renda conto di tutte le attività industriali e non, i carotaggi, le bonifiche, che nel corso degli anni vi si sono susseguite;

  • riteniamo sia compito del Comune di Napoli verificare se ci siano le condizioni atte alla richiesta di un dissequestro e, qualora vi fossero, riteniamo debba essere il Comune stesso a richiederlo alla Procura della Repubblica;

  • qualora non sussistessero tali condizioni, è sempre a carico del Comune l’onere di trovare una soluzione alternativa a che le attività di Bancarotta possano proseguire in futuro;

  • chiarezza sulla questione repressione, che da un anno a questa parte si è abbattuta su militanti di varie organizzazioni insieme ad un operazione trasparenza sul commissariato della P.S. di Bagnoli;

  • in ultima istanza, ma non per importanza, pretendiamo chiarezza sui criteri in base ai quali la magistratura ha operato, non coinvolgendo nel sequestro alcuni territori che, per tasso d’inquinamento, dovrebbero essere sottoposti a sequestro (si vedano la porta del Parco e gli uffici di BagnoliFutura), ma di fatto non lo sono, e non includendo nelle indagini gli attuali dirigenti di BagnoliFutura.

Vorremmo, inoltre, ribadire che è ormai impensabile che la società di BagnoliFutura, società di cui il Comune detiene la quota parte maggioritaria, abbia la benché minima credibilità per la cittadinanza. Qualsiasi intervento, provvedimento, proprietà è e sarà ritenuto privo di qualsiasi legittimità. BagnoliFutura non può avere più alcun ruolo nella riqualificazione di un territorio di cui ha fatto carne da macello: che si dimettano e vadano a casa tutti quelli che continuano a permetterne lo scempio.

Alleghiamo inoltre un documento comprendente di tutti gli interventi ed i costi sostenuti per la messa in sicurezza della struttura; per sottolineare sempre più che comunità autogestite come la nostra siano in grado di far sopravvivere strutture che ai soggetti proprietari possano creare instabilità economica.

La comunità di Bancarotta

P. S.
Le indagini della Magistratura ed il sequestro dell’area ex-Italsider ed ex-Eternit confermano quello che diciamo e denunciamo da anni insieme ad altre realtà di lotta: per decenni un territorio saccheggiato, devastato, distrutto, fiumi di denaro pubblico e promesse durante tutte le campagne elettorali. Crediamo sia necessario coordinare le forze sane presenti sul territorio, dalle associazioni, ai movimenti di lotta ai comitati, singoli abitanti del territorio per la costituzione di un comitato popolare che inizi una campagna di mobilitazione e lotta con al centro alcuni punti fondamentali:

– OSSERVATORIO SULLA BONIFICA

– COSTITUZIONE IN PARTE CIVILE NEL PROCESSO IN CORSO

– CHI HA INQUINATO DEVE PAGARE: REQUISIZIONE DI TUTTI I BENI MOBILI E IMMOBILI E DEI CAPITALI CHE FANNO CAPO A TUTTI COLORO CHE PER 20 ANNI HANNO GESTITO BAGNOLI FUTURA E I LAVORI DELLA FANTOMATICA BONIFICA.

– IMMEDIATA CHIUSURA DI BAGNOLI FUTURA PER L’ISTITUZIONE DI UN TAVOLO PERMANENTE SULLE TEMATICHE DEL LAVORO, CASA, AMBIENTE , SERVIZI, BENI E SPAZI SOCIALI

Immagine

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in #NoSgomberi, Bagnoli, Bancarotta, Manifestazioni, Solidarietà

Comincia la settimana della rabbia di Bagnoli | Sequestro popolare di Bagnoli Futura

COMINCIA LA SETTIMANA DELLA RABBIA DI BAGNOLI
::: Sequestro popolare degli uffici di Bagnoli Futura
::: Rinomina di Piazza Bagnoli e di via Coroglio come Piazza Babilonia e via della Bonifica

Comincia oggi la settimana della rabbia di Bagnoli:

Stamattina dopo aver rinominato le targhe di Piazza Bagnoli e di via Coroglio come Piazza Babilonia e via della Bonifica..

Via Coroglio - Via della Bonifica

Via Coroglio – Via della Bonifica

Piazza Bagnoli - Piazza Babilonia

Piazza Bagnoli – Piazza Babilonia


Una cinquantina di cittadini di Bagnoli, attivisti del laboratorio Bancarotta, e del Comitato Cittadino di Lotta per la Bonifica, gli Spazi Sociali e la Chiusura di Bagnoli Futura, ha posto sotto sequestro popolare gli uffici di Bagnoli Futura Spa e l’area della Porta del Parco 
per incapacità politica, devastazione ambientale, e truffa.

Le indagini della Magistratura ed il sequestro dell’area ex-Italsider ed ex-Eternit confermano quello che diciamo e denunciamo da anni insieme ad altre realtà di lotta: per decenni un territorio saccheggiato, devastato, distrutto, fiumi di denaro pubblico e promesse durante tutte le campagne elettorali. Crediamo sia necessario coordinare le forze sane presenti sul territorio, dalle associazioni, ai movimenti di lotta ai comitati, singoli abitanti del territorio per la costituzione di un comitato popolare che inizi una campagna di mobilitazione e lotta con al centro alcuni punti fondamentali:

– OSSERVATORIO SULLA BONIFICA
– COSTITUZIONE IN PARTE CIVILE NEL PROCESSO IN CORSO
– CHI HA INQUINATO DEVE PAGARE: REQUISIZIONE DI TUTTI I BENI MOBILI E IMMOBILI E DEI CAPITALI CHE FANNO CAPO A TUTTI COLORO CHE PER 20 ANNI HANNO GESTITO BAGNOLI FUTURA E I LAVORI DELLA FANTOMATICA BONIFICA.
– IMMEDIATA CHIUSURA DI BAGNOLI FUTURA PER L’ISTITUZIONE DI UN TAVOLO PERMANENTE SULLE TEMATICHE DEL LAVORO, CASA, AMBIENTE , SERVIZI, BENI E SPAZI SOCIALI

||| ___ La settimana della degna rabbia di Bagnoli ___ |||
||| ___ Verso l’assemblea popolare di Sabato 20 aprile ___ |||

::: Sab 13 aprile | ore 20.00 | Villa Medusa >> APPUNTAMENTO per esporre uno striscione e fare un intervento dal palco del concerto di Enzo Avitabile all’arenile per Bonifica e Spazi sociali

::: Dom 14 aprile | ore 10.00 | Zona pedonale Viale Campi Flegrei (adiac. cumana Bagnoli) >> Partecipiamo all’ASSEMBLEA pubblica in piazza per Villa Medusa e Bagnoli

::: Dom 14 aprile | ore 14.00 | litorale coroglio >> volantinaggi e iniziative comunicative contro l’America’s Cup

::: Lun 15 aprile | ore 9.00 | Piazza Bagnoli >> APPUNTAMENTO per re-intitolare la piazza come Piazza Babilonia e INIZIATIVE COMUNICATIVE sul quartiere per denunciare il fallimento di Bagnoli Futura e chiedere la bonifica

::: Mar 16 aprile | ore 16.00 p.m. | Palazzo S. Giacomo (Comune) >> Incontro col Sindaco sulla questione Spiaggia Pubblica e consegna del documento di richieste ufficiali di Bancarotta e Villa Medusa

::: Mer 17 aprile | dalle ore 10.00 | Piazza Bagnoli >> PRESIDIO permanente e AZIONI per la Bonifica, la salvaguardia degli spazi sociali e la chiusura di Bagnoli Futura

::: Mer 17 aprile | dalle ore 16.00 | Locali della X Municipalità Bagnoli-Fuorigrotta >> Svolgiamo i LABORATORI di BancaLab nei locali della X Municipalità

::: Gio 18 aprile | dalle ore 9.00 | Piazza Municipio >> PRESIDIO in occasione del consiglio comunale straordinario su Bagnoli e INIZIATIVE COMUNICATIVE contro l’America’s Cup per chiedere le dimissioni di Hubler, ex presidente di BagnoliFutura, dalla presidenza della cabina di regia ACN

::: Ven 19 aprile | ore 9.00 | Piazza Garibaldi >> MANIFESTAZIONE Regionale contro la precarietà (Migranti, Disoccupati, Studenti, Lavoratori, Movimenti di Lotta)

::: Sab 20 aprile | Zona Pedonale Viale Campi Flegrei >> ASSEMBLEA POPOLARE CITTADINA sul futuro della zona occidentale di Napoli con la presenza del Sindaco

Rassegna stampa:
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/04/15/news/bagnolifutura_occupata_la_sede_da_cinquanta_cittadini-56674594/
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/fotogallery/campania/2013/04/bagnolifutura_occupata/gli-attivisti-occupano-bagnoli-futura-212652412861.shtml#4

Lascia un commento

Archiviato in #NoSgomberi, Bagnoli, Bancarotta, Manifestazioni

Sì #bonifica ..ma il sigillo no! | FotoGallery delle mobilitazioni

Dalle prime notizie comparse sui giornali di stamattina sull’inchiesta che ha portato al sequestro dei terreni di competenza della BagnoliFutura Spa emergono DATI AGGHIACCIANTI: rifiuti sotterrati e mescolati alla terra, centinaia di milioni di euro spariti, dati falsi sulle operazioni di bonifica e collusioni tra la società, le istituzioni, il ministero dell’ambiente e le ditte.
LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA, un’acqua tuttavia che non smette di scottare sulla pelle dei bagnolesi e dei napoletani, costretti a subire, oltre alla TRUFFA di milioni di euro rubati, il colpo ben più grave del DISASTRO AMBIENTALE, con un sensibile aumento dell’INQUINAMENTO di terreni, falde acquifere, dell’aria, e del mare, di cui oggi è praticamente impossibile stimare i danni per l’AMBIENTE e per la SALUTE degli abitanti.
Bagnoli rimane uno dei quartieri di Napoli con la più alta incidenza tumorale, eppure ancora non esistono provvedimenti seri di monitoraggio dell’incidenza tumorale prodotta dall’inquinamento: LA GENTE QUI, A UN SECOLO DALL’INSEDIAMENTO DEL COMPLESSO INDUSTRIALE, E A DUE DECENNI DALLA SUA DISMISSIONE, CONTINUA A MORIRE!!

C’è bisogno di costruire una grande MOBILITAZIONE POPOLARE in tutta la città di NAPOLI, per chiedere conto alla Bagnoli Futura e a tutti i responsabili politici di questo massacro sociale e ambientale, di centro-destra e centro-sinistra, che vanno ben oltre i capri espiatori emersi dall’inchiesta della magistratura, e per mettere definitivamente nelle mani dei cittadini, delle realtà autorganizzate, della partecipazione sociale la decisione, il controllo e la realizzazione di un futuro diverso per Bagnoli e per Napoli che punti a trasformare l’intera area in un luogo sano, dignitoso, vivibile, ricco, e che punti a cacciare via tutti quelli che in questi anni lo hanno impedito per salvaguardare i propri interessi!

C’è bisogno di un risarcimento sociale, economico e ambientale, e che a pagare siano i responsabili: chi per anni si è arricchito sull’insediamento industriale prima, e sulla finta riqualificazione poi!!

Ma soprattutto c’è bisogno di un risarcimento di dignità e di riscatto delle comunità e dei soggetti reali del territorio, senza più fiducia nelle promesse e nelle chimere della politica e delle istituzioni, ma con la consapevolezza e la forza di riprendere in mano il governo delle nostre vite e dei nostri territori, attraverso le esperienze di lotta, di autogestione e di partecipazione attiva.

#Bonifica #Spiaggia Pubblica #Parco verde #Spazi sociali #Cultura #Aggregazione #Servizi #Partecipazione #Democrazia reale #Que se vayan todos

RIPRENDIAMOCI CIò CHE CI è STATO TOLTO !!
ESAUTORIAMO BAGNOLI FUTURA E TUTTI I POLITICI CHE HANNO DIMOSTRATO IN QUESTI ANNI LA LORO INCAPACITà E IL LORO FALLIMENTO !!
RIPRENDIAMOCI BAGNOLI E LE NOSTRE VITE !!

Lascia un commento

Archiviato in #NoSgomberi, Bagnoli, Bancarotta, Solidarietà

Assemblea pubblica verso il 19 aprile || Oltre l’ingovernabilità istituzionale: costruiamo l’ingovernabilità sociale. Que se vayan todos!

In tutta Italia va crescendo la costruzione di una giornata di lotta contro la precarietà per la conquista di reddito e per la liberazione delle nostre vite dall’austerità, dalla miseria e della crisi. Questa giornata sarà venerdì 19 aprile. Un primo momento per lanciare una mobilitazione nazionale.

Evento FB: https://www.facebook.com/events/528021080573667/

Assemblea pubblica verso il 19 aprile || Oltre l'ingovernabilità istituzionale: costruiamo l'ingovernabilità sociale. Que se vayan todos!

Assemblea pubblica verso il 19 aprile || Oltre l’ingovernabilità istituzionale: costruiamo l’ingovernabilità sociale. Que se vayan todos!

Per la costruzione della giornata di lotta in Campania e della mobilitazione nazionale,
Assemblea pubblica
Lunedì 8 aprile ore 17
Aula Matteo Ripa (Palazzo Giusso/Orientale)

Precar*, student* e disoccupat* campan* per il reddito verso il 19 aprile

 

 

Continua a leggere

Lascia un commento

8 aprile 2013 · 08:33

VOLEVANO DAR FUOCO AL QUARTOMONDO…GIU’ LE MANI DAGLI SPAZI SOCIALI!

guai a chi ci tocca - quarto mondo

La notte del lunedì 25 Marzo dopo la Jam che si è svolta nei dintorni il Cantiere Sociale – QuartoMondo è stato vittima di un attacco infame. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in #NoSgomberi, Bancarotta, Solidarietà

RICOSTRUIAMO IL SORRISO DI LORENZO ㋡ – 99 POSSE + PMK @ BANCAROTTA BAGNOLI! – GIOVEDÌ 21 MARZO

Giovedì 21 marzo 2013 || h 22.00

SERATA BENEFIT @ BANCAROTTA BAGNOLI

::: “RICOSTRUIAMO INSIEME IL SORRISO DI LORENZO” :::

Bancarotta Bagnoli – Zero81 – Aula Flex Napoli – Aula Lp – Quarto Mondo – csoa Tempo Rosso

“Ognuno di noi deve dare qualcosa, per fare in modo che alcuni di noi non siano costretti a dare tutto”

Non siamo choosy: ricostruiamo il sorriso di Lorenzo - 99 Posse + PMK @ Bancarotta

Non siamo choosy: ricostruiamo il sorriso di Lorenzo – 99 Posse + PMK @ Bancarotta

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Bancarotta, Concerti, Eventi, Solidarietà

Orizzonti Meridiani #3 || Briganti o emigranti. Sud e studi subalterni _ Napoli 16-17 marzo 2013

Briganti o emigranti. Sud e studi subalterni.

3° seminario di Orizzonti meridiani.

@Zer081 – zone di esperienze ribelli

(largo banchi nuovi – ex mensa dell’orientale)

Orizzonti Meridiani #3 _ Briganti o emigranti

Orizzonti Meridiani #3 _ Briganti o emigranti

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Autoformazione, Bancarotta, Orizzonti Meridiani